Domenica 6 settembre musei e mostre gratis a Roma.

il

Nuova occasione per visitare i musei gratis a Roma.

Come ogni prima domenica del mese, i luoghi della cultura statali (musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali) sono ad ingresso gratuito per tutte le categorie di visitatori.
Prima di effettuare la visita, si consiglia sempre di telefonare alla sede museale per accertarsi della sua apertura.
L’evento ‘Musei gratis a Roma’ non sempre comprende la visita alle mostre in corso per le quali invece potrebbe rimanere in vigore la tariffazione apposita.

Lista musei gratis a Roma

Elenco valido per domenica 6 Settembre 2015

– Colosseo e Foro Romano / Palatino (ingresso contingentato)
– Domus Aurea (visita al cantiere di restauro, accesso solo con prenotazione obbligatoria on line www.coopculture.it oppure presso il call center dedicato al numero 06 39967700)
– Galleria Borghese (rimane obbligatoria la prenotazione di € 2,00)
– GNAM Galleria Nazionale Arte Moderna
– Museo nazionale Etrusco di Villa Giulia
– Museo HC Andersen, Museo M. Praz, Museo Boncompagni Ludovisi per le Arti decorative e il Costume
– Museo nazionale Romano (Palazzo Massimo, Palazzo Altemps, Crypta Balbi, Terme di Diocleziano)

– Galleria nazionale d’Arte Antica Palazzo Barberini
– Galleria nazionale d’Arte Antica Palazzo Corsini

– Galleria Spada
– Museo nazionale di Palazzo Venezia
– Museo nazionale di Castel Sant’Angelo (ingresso contingentato)
– Museo nazionale d’Arte Orientale “G. Tucci”
– Museo nazionale Preistorico Etnografico “L. Pigorini”
– Museo nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari
– Museo nazionale dell’Alto Medioevo
– Museo nazionale degli Strumenti Musicali
– Scavi di Ostia Antica
– Museo Ostiense
– Mausoleo di Cecilia Metella
– Terme di Caracalla
– Villa dei Quintili
– Santa Maria Nova sull’Appia Antica

– Villa Adriana a Tivoli
– Villa d’Este a Tivoli
Queste le mostre visitabili gratuitamente:

Ai Musei Capitolini è in corso L’età dell’angoscia. Da Commodo a Diocleziano, mostra che illustra i grandi cambiamenti dell’età compresa tra i regni di Commodo (180-192 d.C.) e quello di Diocleziano (284-305 d.C.).

Al Museo di Roma in Palazzo Braschi si svolgono le due interessanti esposizioni Feste barocche “per inciso”. Immagini della festa a Roma nelle stampe del Seicento e Gioacchino Ersoch (1815 – 1902). Un architetto per Roma Capitale .

Da visitare, alla Galleria d’Arte Moderna di via Francesco Crispi, la preziosa collezione permanente di arte dell’Ottocento e prima metà del Novecento arricchita dalla mostra Artisti dell’Ottocento – Temi e riscoperte con un “focus” di due sale sul pittore romano Arturo Noci (Roma 1874 – New York 1953).

Il cibo è protagonista sia al Museo di Roma in Trastevere con la mostra Buono da guardare: cibo, arte e ritualità nelle fotografie di Mario Carbone sia ai Mercati di Traiano che ospitano una grande mostra in occasione dell’EXPO 2015, L’eleganza del cibo. Tales about food and fashion. Nello stesso sito, una retrospettiva dedicata allo scultore uruguayano Pablo Atchugarry.
Ancora al Museo di Roma in Trastevere la mostra La Roma di Ettore Roesler Franz. Tra fascino per il pittoresco e memoria: 40 dei celebri acquerelli della serie Roma pittoresca (3 dei quali non esposti da diversi decenni), a confronto con 48 foto vintage.

Il Museo Napoleonico, prestigiosa sede museale dedicata ai cimeli napoleonici, propone due preziose esposizioni. I Valadier. L’album di disegni del Museo Napoleonico raccoglie un nucleo di oltre cento acquarelli e disegni realizzati nella bottega orafa di Luigi Valadier e del figlio Giuseppe. È inoltre possibile visitare la prima mostra personale in Italia del canadese Joshua Thorpe con le creazioni concettuali esposte in BEES.

A Villa Torlonia è in corso una mostra concepita e realizzata appositamente per la Casina delle Civette, Bamboo di Elisa Montessori, con bozzetti e mosaici che si alternano su elementi cilindrici e frammenti, alludendo alle canne di bambù mentre, al Casino dei Principi, OPPO. Pittura Disegno Scenografia, mostra una selezione raffinata di opere che attraversa mezzo secolo di storia dell’arte italiana con 50 dipinti, 20 disegni, 20 bozzetti scenografici e 4 costumi, dalle opere giovanili legate al clima della Secessione a quelle del secondo dopoguerra, più intimiste.

Arte e sacro si fondono al Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese, nella mostra Yves Klein, Sidival Fila, Tito. Tre prospettive del sacro nell’arte contemporanea, con i lavori di questi tre grandi artisti, accomunati da una tensione per la ricerca spirituale, resa in una sintesi complessa di colore, luce e materia.
Vasta scelta per l’arte contemporanea al MACRO.
Nella sede di via Nizza si alternano diverse proposte: da 100Scialoja – Azione E Pensiero, che celebra la poliedrica figura di questo grande maestro del Novecento, all’omaggio Gli amici di Toti Scialoja e Gabriella Drudi, nell’ambito delle celebrazioni per il centenario della sua nascita, da Francesco Francaviglia. MEDITERRANEAN DARKNESS – Ritratti dalle stragi, un momento di riflessione sulle terribili tragedie che affiggono la società civile, a I Belgi. Barbari e poeti, una panoramica sulla cultura belga attraverso i maggiori artisti del XX secolo e del XXI secolo, fino a Nakis Panayotidis – Guardando L’invisibile, con una selezione di creazioni dell’artista greco, legato al linguaggio dell’Arte Povera.
Nel foyer, l’artista di Leicester Jonathan Monk ha parcheggiato la sua Vespa PK all’interno del museo, con le luci accese. Il faro di testa, quello di coda, le frecce, le luci dei freni e quelle sul cruscotto si accendono e si spengono in un ordine solo apparentemente casuale: Jonathan Monk All the possible combinations of twelve lights lighting (one at a time).

Le Sale Collezione accolgono Opere della collezione MACRO #1. L’altra metà dell’arte. Un percorso al femminile nella collezione MACRO. Nell’ambito di un progetto dedicato a valorizzare la collezione permanente del Macro, questo primo appuntamento è dedicato alle donne artiste, con una prima selezione di 17 figure femminili di spicco del panorama artistico italiano ed internazionale:
Nella sede di Testaccio il MACRO presenta la prima mostra personale in un museo italiano dell’artista americano Josh Smith, a cura di Ludovico Pratesi. La multiforme personalità dell’artista è rappresentata attraverso un’antica quadreria, che riunisce un centinaio di dipinti dello stesso formato e realizzati per l’occasione.

Non rientra nelle gratuità la mostra “Nutrire l’impero. Storie di alimentazione da Roma a Pompei, ideata in occasione dell’EXPO 2015, che racconta all’Ara Pacis il mondo dell’alimentazione in età imperiale quando, intorno al bacino del Mediterraneo, si avviò la prima “globalizzazione dei consumi.

Arricchiscono l’offerta culturale di questa domenica estiva due visite didattiche a pagamento:

Alle 10.30 la visita didattica al Museo di Roma Palazzo Braschi Appuntamento d’estate con…il Papa re! Una mattina per riscoprire il fresco nella Roma barocca, da… altezze differenti! Una visita speciale nel Palazzo voluto da Pio VI, ultimo sogno nepotistico trasformato in Museo della città. Stesso luogo e stesso orario, per godere insieme dell’arte e della storia; http://www.museodiroma.it

Alle ore 17.30 visita didattica a tema alla Centrale Montemartini Appuntamento d’estate con… Apollo. Gli Dei dell’Olimpo e la Sala Macchine. La storia della Centrale Montemartini da primo impianto comunale di produzione di energia elettrica  a museo: focus sui criteri di allestimento della Sala Macchine, oggi cattedrale moderna sede di capolavori  di scultura classica, rappresentanti le divinità dell’Olimpo greco e romano; http://www.centralemontemartini.org“

PROGETTO MAMMA CULT

A tutti i bambini verrà offerta una merenda biologica Alce Nero. Ai più grandi, che potranno partecipare alla visita muniti di fogli e altri materiali di supporto, sono dedicate anche altre attività didattiche personalizzate mentre i più piccini potranno seguire i loro genitori nei marsupi della STOKKE. I musei coinvolti nell’iniziativa saranno dotati di fasciatoi per i piccolissimi.

Per gli adulti il costo della visita sarà di 12 euro, incluso auricolare. L’ingresso sarà gratuito presso il Museo Napoleonico e il Museo della Scultura Antica Giovanni Barracco – che fanno parte del circuito 8 Piccoli Musei. Presso i Musei Capitolini e i Mercati di Traiano-Museo dei Fori Imperiali sarà in vigore la tariffa ordinaria  – ad eccezione della prima domenica del mese, in cui i residenti a Roma e nella Città Metropolitana hanno diritto all’ingresso gratuito in tutti i Musei in Comune.

L’iniziativa permetterà di sfruttare la vantaggiosa “tariffa famiglie” attualmente in vigore e aperta sia a residenti che non: i figli, di età inferiore ai 18 anni e accompagnati da almeno un genitore, avranno accesso gratuito a tutti i Musei Civici di Roma.

 

 

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...