Alla scoperta del Museo degli Scheletri a Roma

il

 

A Roma, nella centralissima Via Veneto, tra un hotel extra lusso e un ristorante elegantissimo, troviamo una chiesa barocca poco conosciuta ai più.

A pochi metri dalle fontane di Gian Lorenzo Bernini, c’è la chiesa di S. Maria della Concezione, da sempre chiamata “I Cappuccini”. Al suo interno è esposto un famoso dipinto di Guido Reni, l’Arcangelo Michele che vince il demonio, commissionato dal Cardinale Antonio Barberini. Il prelato si raccomandò di raffigurare il viso dell’angelo facendo emergere una bellezza celestiale, mentre quello del demonio, al contrario, di una imbarazzante bruttezza.

A ben guardare, il volto del Diavolo sembra assomigliare a quello del cardinale Giovanni Battista Pamphilj (poi diventato Papa Innocenzo X), così da vendicarsi dei giudizi sprezzanti nei confronti della sua arte.
Ma basta scendere qualche gradino per ritrovarsi nel cimitero sotterraneo della Chiesa, in cui, sono conservate le ossa di oltre 4000 frati morti tra il 1627 e il 1870. Gli scheletri sono disposti architettonicamente in quattro cappelle le cui pareti e volte sono decorate con tibie, femori e altre ossa, rispettando il gusto per il macabro tipico del Barocco.
Nonostante il sito religioso sia poco promosso nelle guide turistiche, viene visitato da oltre 300 mila persone l’anno, che desiderano fare un giro tra gli scheletri dei frati

E voi avreste il coraggio di entrare?

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...