UTHSAVA le tradizioni dell’India tra archeologia e danza

il

“Uthsava” in sanscrito significa ciò che letteralmente “scaccia la tristezza” e si riferisce alle celebrazioni durante le quali le divinità del tempio vengono portate in processione.

Partendo dal concetto templare sarete immersi in un viaggio tra musica e danza, che vi parlerà di storie della devadasi e sull’evoluzione del bharata natyam.

 

Durante la conferenza-spettacolo verranno eseguiti i seguenti brani del repertorio tradizionale dalla danzatrice Haru Kugo:

 

1. Ganesha o Ganapathi Kauthuvum: coreografia del repertorio tradizionale di apertura in onore di Ganesh, Colui che Rimuove gli Ostacoli.

 

2. Devi Stuthi: Testo tratto da un inno dei

 

gveda (VII secolo a.C.) in onore della Dea, su composizione musicale di Tanjavur Shankara Iyer e coreografato da Smt. Ksrihnaveni Lakshmanan, allieva diretta di Rukmini Devi Arundale ed esponente storica dell’Accademia Kalakshetra, Chennai.

 

3. Shankara Srigiri: composizione musicale di Swathi Thirunal, coreografia dei Dhananjayan in onore di Shiva Nataraja.

Interventi a cura dell’archeologo PROSUN MONDAL

Performance di danza classica indiana bharatanatyam a cura di HARU KUGO

Voce narrante ENRICA DI BENEDETTO.

Sabato 9 Novembre 2013 ore 16,30. Ingresso libero.

Indirizzo: Museo Nazionale Preistorico Etnografico L.Pigorini
piazza Guglielmo Marconi 14

Per info: etnochoreia@gmail.com

 

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...