“Osmosis”, la stazione Tiburtina si apre all’arte contemporanea

il

Sotto la guida di Achille Bonito Oliva, gli studenti della terza edizione del Luiss Master of Art, corso di alta formazione postlaurea organizzato all’interno del Luiss Creative Business Center, concludono il loro percorso formativo con la mostra “Osmosis”.

L’esposizione, che si terrà dal 7 al 28 novembre, segna l’apertura della nuova stazione Tiburtina all’arte contemporanea. Lo spazio, scelto per la sua particolare condizione di luogo dinamico, di passaggio e attraversamento, per i suoi ampi spazi e le sue bolle sospese, diviene il luogo in cui la mostra, volontariamente, si disperde e si frantuma trascendendo i suoi confini tradizionali.
A tracciare un’immagine “dell’instabilità del presente e dell’ambiguità della nostra epoca”, saranno: Allis/Filliol, Mircea Cantor, Ludovica Carbotta, Gea Casolaro, William Cobbing, Fausto delle Chiaie, Mark Jenkins, Margherita Morgantin, Ivan Navarro, Donato Piccolo, Cesare Pietroiusti/Paul Griffiths, Domenico Romeo, RAM radioartemobile.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...